Monsieur Dolomieu

Dovete sapere che "Dolomieu è un villaggio dell'Isère, nella regione di Grénoble. È qui che nacque, Dèodat, nel castello dei Gratet de Dolomieu, uno dei sette figli del marchese. Il nome Dieudonné, con cui è anche conosciuto, è la traduzione francese di Déodat._fonte Wikipedia_"

E dovreste sapere anche che a Monsieur Déodat de Dolomieu si deve il nome Dolomiti, dato alla regione delle Alpi in cui il naturalista e geologo francese Déodat raccolse i campioni di roccia che inviò a Théodore-Nicolas De Saussure a Ginevra, per analizzarli. Fu lui stesso in una lettera del 1792, inviata a Déodat, che gli attribuì il nome di Dolomia
 

Eppure la diffusione del brant Dolomiti avvenne solamente con la pubblicazione da parte di Josiah Gilbert e George Churchill, britannici, del racconto dei loro viaggi in The Dolomite mountain: "Gilbert,Churcill e consorti erano colti, curiosi, spiritosi, sensibili e ricchi. Se ne andavano in quattro, Churcill con il raccoglitore sempre sotto il braccio, il suo amico con il blocco da disegno, A. armata di matite e pennelli e S. nel ruolo di lettrice della compagnia, sia quando il tempo costringeva di stare al chiuso, sia, all'aperto, mentre i disegnatori erano affaccendati. Si innamorarono di quel territorio, tornando per tre anni successivi -1861/62/63- ed esplorandolo valle a valle. I due appassionati descrivono rupi come absidi di enormi cattedrali e crinali simili a muri di abbazie in rovina." fonte La Repubblica.it

 

Dopo tutto questo raccontare, ora è il momento di una merenda!

...e un pó d'esercizio fisico!

Ma dovreste sapere anche che tutto questo é un pretesto per farvi salire in funivia Faloria a scoprire due semplici itinerari, assolutamente remunerativi in bellezza e panoramicità :
il Sentiero Naturalistico Dolomieu e il Sentiero Naturalistico Rifugio Faloria
(clicca sul testo linkato per visualizzare il virtual tour)

 Gli impianti del Faloria si trovano vicino al centro di Cortina ; la partenza di entrambi gli itinerari si incontra appena scesi dalla funivia.
Il Sentiero Naturalistico Rifugio Faloria è un autentica terrazza sulla valle d'Ampezzo e la vista spazia dal Pelmo alla Croda del Becco. Il percorso è breve, con diverse soste panoramiche e percorribile con i bambini, anche in passeggino.
Il Sentiero Naturalistico Dolomieu fa riferimento al sentiero CAI 212 che raggiunge in discesa la località di Rio Gere ma diverse varianti portano a camminare fuori dalla strada forestale in un percorso più panoramico. Giunti a Rio Gere, il rientro a Cortina può avvenire con i mezzi pubblici (Dolomiti Bus linea 30/31)

La funivia del Faloria

Il Pomagagnon dalla terrazza della funivia del Faloria